jun


Utente dal 13-05-2002
La homepagina di jun

"E’ Jun. 
Jun che se ne va.
Ha un libro, in mano, che la sta portando lontano"
 
Alessandro Baricco, "Castelli di rabbia"







"A. continuava a sedere sul marmo bianco del suo davanzale, placida e appagata. Nel flusso dei pensieri non sentì aprirsi la porta e non si accorse dell’ingresso di Z. Entrò in silenzio e aspettò ferma sulla soglia che A. notasse la sua presenza. A. avvertì la corrente d’aria, aprì gli occhi e la guardò. Prima di pensare “Cosa vorrà da me?” pensò in rapida successione:
“Questa donna è bellissima.”
e
“Questa donna mi aspettava.”
- Entra – le disse – e chiudi la porta.
Z. guardò alle proprie spalle aspettando qualcuno che arrivò con calma, entrò ed andò ad osservare misterioso la scena sul cuscino del letto. Un sinuoso e lento gatto nero dalla pelliccia lucente e gli occhi dorati che si mise a scandire il tempo con la lunga coda.
Z. andò a sedersi sul davanzale di fronte ad A. intrecciando le lunghe gambe alle sue, si abbracciò le ginocchia e volse lo sguardo al mare. Senza una parola.
La coda del gatto sgranava i minuti come un rosario di silenzio, e solo quando il sole tolse il disturbo Z. si voltò, la guardò e disse:
“Tu sei bellissima.”
e
“Ti aspettavo.”
 

tratto da "I senza nome" - Silvia D. ;)

Le mie foto, oltre che sul mio blog, le trovate sulla mia
gallery di Kabuto.it e su quella di Flickr.
See my blog





    

1997-2222 - BestBuying SRL - All Rights Reserved