Ruote & Motori

L'Aston Martin diventa italiana
Messaggio del 13-12-2012 alle ore 11:46:02

non ti quoto solo per non darti soddisfazione





Messaggio del 12-12-2012 alle ore 22:38:01
Io ho detto componenti non modelli!

Siete pazzi? Lo so benissimo che le Aston, così come le Ferrari le Lamborghini e via dicendo non possono prescindere dalla tradizione del luogo in cui vengono costruite... Però' le componenti, potrebbero essere in parte costruite a Termini Imerese! Ma è una fantasia patriottica perché in Italia non è semplicemente possibile investire, per non parlare della Sicilia
Messaggio del 12-12-2012 alle ore 18:34:13
non ti quoto solo per non darti soddisfazione
Messaggio del 12-12-2012 alle ore 13:08:09

se fanno le aston a termini imerese, diventano tipo la trabant....



in effetti...

Le auto sono come i buoni vini: e' il LUOGO DI ORIGINE e la CURA con la quale vengono prodotte a fare la differenza.

Una Aston Martin prodotta a Termini Imerese non avrebbe alcun senso, cosi' come non ha alcun senso una Ferrari prodotta in Messico oppure una Ducati prodotta a Ingolstad...

Se nel mercato delle auto come semplici mezzi di trasporto (in pratica degli elettrodomestici) oramai queste differenze non contano piu' nulla e anzi, si preferisce industrialmente "ottimizzare" la produzione, per il settore delle automobili "vere" ossia quelle che sono ancora in grado di dare sensazioni di guida autentiche e di vero e proprio coinvolgimento, l'ORIGINE e l'IDENTITA' del marchio hanno ancora un peso fondamentale.

Sinceramente spero proprio che Investindustrial riesca a fare un buon lavoro con la Aston, cosi' come hanno fatto in Ducati.
Messaggio del 12-12-2012 alle ore 12:46:09

comunque rispondevo a luca canali



Beh lo spero anch io.......cmq le auto e le moto sono cose nettamente diverse.

In ogni caso e' solo un acquisizione del pacchetto azionario.......come ricaduta occupazionale sara' uguale a zero.

Le Aston rimarranno British.
Messaggio del 12-12-2012 alle ore 01:12:09
si ciao...se fanno le aston a termini imerese, diventano tipo la trabant....


comunque rispondevo a luca canali
Messaggio del 10-12-2012 alle ore 19:48:21

investindustrial era la proprietaria di ducati. sotto la sua ala sono nate moto come la hypermotard, la 1098 e la panigale. sotto la sua ala la ducati ha vinto il mondiale in motogp, e sempre sotto la sua ala, la ducati è diventata un'azienda forte e stabile da poter competere con mostri come honda e yamaha.



Indubbiamente, con la Ducati ha fatto grandi cose e vendendola all'Audi gli ha garantito un futuro solido finanziariamente. E probabilmente lo farà anche con l'Aston Martin, ma a livello industriale l'Italia non ne trarrà alcun beneficio. Le Aston si fanno e si faranno nel Regno di sua Maestà la Regina... si troveranno contenti i lavoratori inglesi....

Sarebbe bello se rilevassero anche il sito di Termini Imerese per fargli produrre componenti per le Aston, ma non avverrà mai perchè in Italia non investe più nessuno!
Messaggio del 10-12-2012 alle ore 00:11:02
investindustrial era la proprietaria di ducati. sotto la sua ala sono nate moto come la hypermotard, la 1098 e la panigale. sotto la sua ala la ducati ha vinto il mondiale in motogp, e sempre sotto la sua ala, la ducati è diventata un'azienda forte e stabile da poter competere con mostri come honda e yamaha.

io ne sono contento.
Messaggio del 08-12-2012 alle ore 08:50:58
Si ma di fatto all'industria italiana non tange minimamente! Le Aston ( gran macchine) si producono e si continueranno a produrre in UK e l'unico risvolto positivo l'avrà il fondo d'investimento al momento della rivendita delle quote se riuscirà a fare lo stesso percorso che ha fatto con Ducati, intascando una plusvalenza di non poco conto!
Messaggio del 08-12-2012 alle ore 00:28:30
Mah......la vedo male.......spero che fra' un paio d' anni non vedremo un Aston Station Wagon e turbo diesel
Messaggio del 07-12-2012 alle ore 18:55:21
E' UFFICIALE !


MILANO - Dal prossimo anno, l'auto del spia più famosa di Sua Maestà batterà bandiera tricolore. Investindustrial, il fondo di Andrea Bonomi, ha annunciato di aver rilevato per 190 milioni di euro il 37,5% del capitale di Aston Martin, la supercar preferita di James Bond è stata valutata, complessivamente, 940 milioni.



ASTON MARTIN ITALIANA

Hanno venduto Ducati per comprare l'ASTON MARTIN, complimenti !

Le Aston sono delle macchine meravigliose, tra le piu' belle del reame. vedremo cosa iusciranno a fare i nostri.

Nuova reply all'argomento:

L'Aston Martin diventa italiana

Login



Registrati
Mi so scurdate la password

1997-2222 - BestBuying SRL - All Rights Reserved