Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies. Ok Acconsento Maggiori Info
Lanciano.it: il portale della citt� di Lanciano
vai alla homepage

Utenti online: [ 0 ]Login | Registrati |   
Citt | Miracolo Eucaristico  
Google

 

La roscia
la roscia
Registrato il 06/10/2005
ore 21:23:23
La casa me
  • La Homepagina
  • La bacheca
  • Gli articoli
  • Le foto
  • Contatti
  • E-mail
  • ICQ:
  • Citt: lanciano

  • Gli articoli di la roscia
    Vai agli articoli di la roscia
    Adonais di P.B.Shelley
     
    Poemetto che prende il titolo da una deformazione del nome"Adonis",scritto nel 1821 appena shelley seppe la notizia della morte di John Keats.Composto in pochi giorni con la tipica furia di shelley.La morte di keats che alcuni ritennero causata nn solo dalla malattia,ma anche dall'amarezza x le ingiuste critiche rivolte alla sua poesia,colp profondamente il poeta. tratto da Adonais: IL DOLORE FECE IMPAZZIRE LA GIOVANE PRIMAVERA,CHE FECE CADERE I SUOI BOCCI INFUOCATI COME FOSSE AUTUNNO,O I BOCCI FOGLIE MORTE;IN VERIT,PER CHI AVREBBE DOVUTO RISVEGLIARE L'ANNO ANCORA MALINCONICO,ORA CHE IL SUO DILETTO FUGGITO?GIACINTO NON FU MAI COSI CARO A FEBO N NARCISO A SE STESSO,QUANTO A ENTRAMBI TU SEI CARO ADONAIS;SMUNTI E AVVIZZITI STANNO FRA GLI ESANGUI COMPAGNI DELLA GIOVINEZZA,E LA RUGIADA SI MUTATA IN LACRIME,E IL PROFUMO IN SOSPIROSA PIET...NELLA SUA CAMERA ARDENTE LA MORTE PER UN ATTIMO,COLMA DI VERGOGNA DI FRONTE ALLA PRESENZA DI QUELLA FORZA VIVA,ARROSS FINO AD ESSERNE ANNIENTATA E NUOVAMENTE IL RESPIRO VISITO LE LABBRA,E PER QUELLE MEMBRA DI NUOVO BALEN LA LUCE PALLIDA DELLA VITA,PER QUELLE MEMBRA CHE ERANO FINO AD UN ATTIMO FA DEL SUO CARO DILETTO."NON LASCIARMI COS TRISTE,SGOMENTA E DESOLATA,COME IN SILENZIO IL LAMPO ABBANDONA LA NOTTE SENZA STELLE!NON LASCIARMI"URLAVA URANIA,E IL SUO SCONFORTO SUSCIT LA MORTE:E LA MORTE SORSE E SORRISE,ED INCONTR LA SUA INUTILE CAREZZA...DISCENDE SU DI ME QUEL SOFFIO IL CUI POTERE HO INVOCATO NEL CANTO;LA NAVE DEL MIO SPIRITO SPINTA ORMAI LONTANO DALLA RIVA,LONTANO DALLA TURBA TRAMANTE LE CUI VELE MAI FURONO OFFERTE ALLA TEMPESTA;LA SOLITA TERRA E LA SFERA DEL CIELO SI SONO SPACCATE!E IO SONO SOSPINTO OSCURAMENTE,PAUROSAMENTE LONTANO:MENTRE BRUCIANDO AL PARI DI UNA STELLA NEL PI INTIMO VELO DEI CIELI,L'ANIMA D'ADONAIS RIFULGE DALLA DIMORA IN CUI STANNO GLI ETERNI.
     
      Pagina 1  


    Vai agli articoli di la roscia

    Commenti all'articolo

     
    Non ci sono commenti!!
    Per inviare un messaggio devi inserire:
     Login
    UserName:

    Password:

    Registrati
    Ho dimenticato la password


    1997-2022 RealNetwork s.n.c. P.IVA 01885210698 - All Rights Reserved
    Lanciano.it - Corso Roma, 63 66034 Lanciano (Ch) contatti
    Testata giornalistica registrata al Tribunale di Lanciano n. 160 del 31.03.2005
    Direttore responsabile: Andrea Rapino
    Powered by Navis PMS