Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies. Ok Acconsento Maggiori Info
Lanciano.it: il portale della città di Lanciano
vai alla homepage

Utenti online: [ 9 ]Login | Registrati |   
Città | Miracolo Eucaristico  
Google

 
Il Miracolo Eucaristico
Epigrafe
Ad Perpetuam Rei Memoriam
Forma rotonda dell'ostia grande
Documentazione carente
Falsificazione
Datazione
Luogo e primi custodi
Progetto geniale
Chiesa di S. Legonziano e i Bizantini
S. Giovanni in Venere e i Benedettini a S. Legonziano
Chiesa di S. Legonziano e arciprete di Lanciano
Luoghi e attuali custodi
Introduzione
Accoglienza benevola
Incomprensioni
Questione delicata
Luoghi di custodia delle Reliquie Eucaristiche
Depositari delle chiavi
Parrocchia e chiesa di S. Legonziano
Estromissione forzosa
Dati informativi e culto
Situazione documentaria
Silenzio eloquente
Dati informativi
Notizie d'Archivi
Culto delle Reliquie Eucaristiche
Fede e sentimenti
Affettività e razionalità
Parole di circostanza
La fede dei Vescovi
Invocazioni e affidamento dei pastori
Bontà d'animo dei maestri della fede
La fede dei sacerdoti
Le invocazioni dei religiosi
Pellegrinaggi di fede e di amore
Fede e riconoscenza dei fedeli
Commozione: sentimento predominante
Memori per sempre
C'era gran folla...
Ricerche scientifiche
Cronaca della prima fase
Gioioso annunzio
Analisi di laboratorio
Seconda ricognizione sulla Carne del 1981
Conclusioni scientifiche
ricerche istologiche, immunologiche e biochimiche
Premessa
Introduzione
Metodi di indagine
Protocolli dei reperti
Considerazioni conclusive
Riassunto
Bibliografia
Home Miracolo Eucaristico Dati informativi e culto Notizie d'Archivi Archivio generale dei Frati Minori Conventuali

Archivio generale dei Frati Minori Conventuali 

Il Concilio di Trento, che ha apportato in tutta la Chiesa un rinnovamento morale e spirituale, ha ridestato l’antica osservanza negli Ordini religiosi esistenti. Indice di tale vigoroso impulso sono rimaste le sistematiche e rigorose visite canoniche da parte dei superiori ai conventi e alle chiese degli Ordini religiosi, come gia detto per le Diocesi da parte dei vescovi. Orbene, nel 1565, i Frati Minori Conventuali, nel Capitolo Generale di Firenze, avevano accettato il privilegio tridentino di poter possedere in comune (Sec. XXV, De Regularibus, C.3), mentre il singolo religioso è rimasto vincolato dal voto di povertà. Il 5 gennaio 1566, moriva il p. Sapienti, Ministro Generale dell’Ordine, per cui il papa S. Pio V (1566-1572), il 16 successivo, nominava Vicario Generale Apostolico il p. Felice Peretti (divenuto, poi, papa Sisto V il 24 aprile 1585 e morto nel 1590), che ha governato l’Ordine dei Frati Minori Conventuali fino al Capitolo Generale, tenuto a Roma nel 1568. Non potendo personalmente visitare tutti i conventi dell’Ordine, il p. Peretti aveva delegato visitatore della Provincia religiosa di S. Bernardino in Abruzzo il p. Vincenzo Civalli con il mandato di visionare tutto l’andamento disciplinare ed amministrativo, dal 1561 al 1566. In particolar modo aveva il compito di eliminare tutte quelle forme evasive o lesive della povertà, usando maniere molto forti contro i trasgressori.(14)

Il p. Civalli si è dimostrato un visitatore scrupoloso e rigido nel reprimere abusi e redarguire il male, ma abitualmente ha taciuto sui tanti aspetti positivi riscontrati.(15) In Lanciano, subito dopo il Natale 1566, il p. Civalli ispezionava i libri di amministrazione, compilava l’inventario e dava ordini circa il rendiconto amministrativo, la riduzione di spese in occasione delle fiere, il restauro del Noviziato e la costruzione di un’Infermeria (16); emanava sentenza contro Fr. Alfonso di Alanno per mancanze contro la povertà (17); biasimava la trascuratezza ed il pessimo stato in cui era tenuta la chiesa di S. Chiara da quelle suore, soggette alla giurisdizione dei Frati Minori Conventuali.(18) La visita a Lanciano si concludeva il 2 gennaio 1567; il giorno successivo, il p. Civalli passava ad Ortona, dove, a causa della invasione e della depredazione dei Turchi, si limitava a compilare l’inventario ed a lasciare poche disposizioni.(19) Alla fine del mandato, redigeva il Verbale generale della Visita per tutta la Provincia religiosa d’Abruzzo, riepilogando "le ordinazioni e le spiegazioni di quelle cose che impone per riformare e consolidare la vita regolare" e puntualizzava che "più diligentemente e prima di tutto è da procurarsi il culto di Dio".(20) Egli nulla di negativo aveva rimarcato circa il culto divino e lo stato della chiesa di S. Francesco in Lanciano (mentre non aveva lesinato sentenze e ordini per il convento e i religiosi singoli); quindi, secondo il suo stile, ha taciuto sulle Reliquie del Miracolo Eucaristico, perché decorosamente custodite o perché, ancora murate nella cappella segreta, non ha potuto visitarle.

 

(14) V.CIVALLI, REGISTRUM VISITATORIS PROVINCIAE S. BERNARDINI, APRUTIUM, C.21, MS. ARCHIVIO GENERALE O.F.M. CONV., Roma 1566, pp. 2,8.

(15) Ivi, pp. 5,6,11,21,24,25,28,41,42.

(16) Ivi, pp. 54-55.

(17) Ivi, p. 56.

(18) Ivi, p. 57.

(19) Ivi, p. 60.

(20) Ivi, pp. 73-77.






1997-2019 RealNetwork s.n.c. P.IVA 01885210698 - All Rights Reserved
Lanciano.it - Corso Roma, 63 66034 Lanciano (Ch) contatti
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Lanciano n. 160 del 31.03.2005
Direttore responsabile: Andrea Rapino
Powered by Navis PMS