Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies. Ok Acconsento Maggiori Info
Lanciano.it: il portale della città di Lanciano
vai alla homepage

Utenti online: [ 9 ]Login | Registrati |   
Città | Miracolo Eucaristico  
Google

 
Il Miracolo Eucaristico
Epigrafe
Ad Perpetuam Rei Memoriam
Forma rotonda dell'ostia grande
Documentazione carente
Falsificazione
Datazione
Luogo e primi custodi
Progetto geniale
Chiesa di S. Legonziano e i Bizantini
S. Giovanni in Venere e i Benedettini a S. Legonziano
Chiesa di S. Legonziano e arciprete di Lanciano
Luoghi e attuali custodi
Introduzione
Accoglienza benevola
Incomprensioni
Questione delicata
Luoghi di custodia delle Reliquie Eucaristiche
Depositari delle chiavi
Parrocchia e chiesa di S. Legonziano
Estromissione forzosa
Dati informativi e culto
Situazione documentaria
Silenzio eloquente
Dati informativi
Notizie d'Archivi
Culto delle Reliquie Eucaristiche
Fede e sentimenti
Affettività e razionalità
Parole di circostanza
La fede dei Vescovi
Invocazioni e affidamento dei pastori
Bontà d'animo dei maestri della fede
La fede dei sacerdoti
Le invocazioni dei religiosi
Pellegrinaggi di fede e di amore
Fede e riconoscenza dei fedeli
Commozione: sentimento predominante
Memori per sempre
C'era gran folla...
Ricerche scientifiche
Cronaca della prima fase
Gioioso annunzio
Analisi di laboratorio
Seconda ricognizione sulla Carne del 1981
Conclusioni scientifiche
ricerche istologiche, immunologiche e biochimiche
Premessa
Introduzione
Metodi di indagine
Protocolli dei reperti
Considerazioni conclusive
Riassunto
Bibliografia
Home Miracolo Eucaristico ricerche istologiche, immunologiche e biochimiche Metodi di indagine

Metodi di indagine 

l) Per lo studio istologico dell’antica Carne di Lanciano è stato impiegato il metodo di LENZI-[8] che si adatta ai tessuti mummificati. Su sezioni microtomiche, ottenute con difficoltà per l’estrema durezza del tessuto, sono state eseguite le colorazioni emallume-eosina, Mallory, Van Gieson, il metodo di Ignesti per il tessuto muscolare e l’impregnazione argentica di Gomori.

2) Per l’identificazione del Sangue è stata tentata un’indagine istologica su piccolo frammento, secondo la tecnica per la Carne. Inoltre sono state attuate: le reazioni microchimiche di Teichmann modificata da Bertrand per l’ematina cloridrato, il test di Takayama per l’emocrogeno, il test di Burton e Stone all’ortotolidina per le ossidasi e la ricerca dell’emoglobina in cromatografia su carta, secondo la tecnica di FRANCHINI-[4], per questo studio modificata con l’impiego dello strato sottile.

3) Per definire a quale specie appartengano l’antico Sangue e l’antica Carne di Lanciano, piccolissimi frammenti sono stati macerati in acqua distillata con micro-Potter. Con il liquido di eluizione è stato eseguito il test di precipitazione zonale di UHLENHUTH-[16], essendo state trovate difficoltà per una reazione di immunodiffusione bilaterale secondo OUTHCHERLONY-[12] a causa dello scarso liquido disponibile, insufficiente a precisare preliminarmente le quantità ottimali dell’antigene e dell’antisiero da implicare nella reazione (PIAZZI)-[13].

4) Il gruppo sanguigno sul Sangue e la Carne del Miracolo Eucaristico di Lanciano, è stato determinato attraverso il metodo di Fiori et al.-[3]

5) Condensando 5 volte il liquido di eluizione dell’antico Sangue contro carbowax in microdiffusore di Colover si è ottenuto un tracciato elettroforetico su acetato di cellulosa colorato con Ponceau S e letto al fotometro Cromoscan.

6) Le ricerche dei minerali nel liquido di eluizione dell’antico Sangue sono state effettuate al fotometro in assorbimento atomico SP 90 Unicam per il calcio e il magnesio, al fotometro a fiamma EEL per il sodio e il potassio, con il metodo di SHALES e SHALES (1941) per i cloruri, con il metodo colorimetrico di GOLDAM e FERNADEZ (1968) per il fosforo.



1997-2018 RealNetwork s.n.c. P.IVA 01885210698 - All Rights Reserved
Lanciano.it - Corso Roma, 63 66034 Lanciano (Ch) contatti
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Lanciano n. 160 del 31.03.2005
Direttore responsabile: Andrea Rapino
Powered by Navis PMS