Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies. Ok Acconsento Maggiori Info
Lanciano.it: il portale della città di Lanciano
vai alla homepage

Utenti online: [ 10 ]Login | Registrati |   
Città | Miracolo Eucaristico  
Google

 
Il Miracolo Eucaristico
Epigrafe
Ad Perpetuam Rei Memoriam
Forma rotonda dell'ostia grande
Documentazione carente
Falsificazione
Datazione
Luogo e primi custodi
Progetto geniale
Chiesa di S. Legonziano e i Bizantini
S. Giovanni in Venere e i Benedettini a S. Legonziano
Chiesa di S. Legonziano e arciprete di Lanciano
Luoghi e attuali custodi
Introduzione
Accoglienza benevola
Incomprensioni
Questione delicata
Luoghi di custodia delle Reliquie Eucaristiche
Depositari delle chiavi
Parrocchia e chiesa di S. Legonziano
Estromissione forzosa
Dati informativi e culto
Situazione documentaria
Silenzio eloquente
Dati informativi
Notizie d'Archivi
Culto delle Reliquie Eucaristiche
Fede e sentimenti
Affettività e razionalità
Parole di circostanza
La fede dei Vescovi
Invocazioni e affidamento dei pastori
Bontà d'animo dei maestri della fede
La fede dei sacerdoti
Le invocazioni dei religiosi
Pellegrinaggi di fede e di amore
Fede e riconoscenza dei fedeli
Commozione: sentimento predominante
Memori per sempre
C'era gran folla...
Ricerche scientifiche
Cronaca della prima fase
Gioioso annunzio
Analisi di laboratorio
Seconda ricognizione sulla Carne del 1981
Conclusioni scientifiche
ricerche istologiche, immunologiche e biochimiche
Premessa
Introduzione
Metodi di indagine
Protocolli dei reperti
Considerazioni conclusive
Riassunto
Bibliografia
Home Miracolo Eucaristico Luoghi e attuali custodi Introduzione

Introduzione 

Una lettera del vescovo Giacomo da Vitry, scritta da Genova nell’ottobre 1216 (1), informava che i frati minori "convengono una volta all’anno nel luogo stabilito. Dopo di che, si separano per tutto l’anno, disperdendosi per la Lombardia, la Toscana, le Puglie e la Sicilia". Una sessantina di anni più tardi, la Leggenda dei Tre Compagni (2), scritta dopo la morte di S. Bonaventura (1274), riferiva il modo di comportarsi dei frati, quando, al termine del Capitolo annuale, "si spargevano per il mondo. Al momento di cercare chi li ospitasse, preferivano rivolgersi ai sacerdoti anziché ai laici. Così facevano per tutte le città e i paesi che si proponevano di visitare, finché il Signore ispirò ad alcuni uomini pii di apprestare per i Frati delle dimore. In seguito furono costruite appositamente per essi delle case nelle città e nei paesi".

Durante il XIII secolo, il Francescanesimo sprigionava le sue fresche energie, edificava chiese e conventi ovunque e realizzava una quarantina di sedi pure in Abruzzo (3), tanto che fu reso Provincia religiosa autonoma, denominata Pennese, al Capitolo Generale riunito in Assisi nel 1230; invece, dal Capitolo Generale tenuto a Milano nel 1457, fino ad oggi, questa Provincia è detta di S. Bernardino, in onore del Santo Senese che riposa a L’Aquila. Essendo prescritto nella Regola Francescana: "i Frati non si approprino di nulla, nè casa, nè luogo, nè altra cosa" (4), ne seguiva che necessariamente "ubicazione e struttura sono strettamente condizionate dalle possibilità di sussistenza che la Comunità - civile - offre (l’insediamento mendicante è per definizione economicamente dipendente), ma pure dal tipo e dalla densità di domanda di servizio pastorale e di prestazioni di vario genere".(5)

 

(1) FONTI FRANCESCANE, cit., pp. 1905-1908.

(2) Ivi, p. 1110.

(3) Cfr L.PELLEGRINI, INSEDIAMENTI FRANCESCANI NELL’ITALIA DEL DUECENTO, Laurentianum, Roma 1984, pp. 273-294.

(4) FONTI FRANCESCANE, cit., p. 126.

(5) L.PELLEGRINI, GLI INSEDIAMENTI DEGLI ORDINI MENDICANTI E LA LORO TIPOLOGIA, in: "MƒLANGES DE L’ECOTE FRAN‚AISE DE ROME, Tome 89, 1972/2, pp. 571-572.






1997-2018 RealNetwork s.n.c. P.IVA 01885210698 - All Rights Reserved
Lanciano.it - Corso Roma, 63 66034 Lanciano (Ch) contatti
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Lanciano n. 160 del 31.03.2005
Direttore responsabile: Andrea Rapino
Powered by Navis PMS